Termini e Condizioni Generali

§ 1. Ambito di applicazione

(1) Le presenti Condizioni Generali (CGC) si applicano a tutti i contratti stipulati in relazione all'evento Wireless IoT tomorrow fra
Medienhaus Van Bocxlaer GmbH
Schießgrabenstraße 2
21335 Luneburgo. Germania
Telefono: +49 (4131) 7895290 | Fax: +49 (4131) 78952920 | E-mail: team@wiot-tomorrow.com | Codice fiscale (ID Umsatzsteuer): DE354447990
(di seguito “organizzatore”) e le aziende espositrici alla presente manifestazione (“clienti” rispettivamente “espositori”).
(2) Le presenti CG valgono solo se l'espositore è un imprenditore (§ 14 BGB – Codice civile tedesco), una persona giuridica di diritto pubblico o un fondo speciale di diritto pubblico.
(3) Le presenti CGV si applicano, salvo diverso accordo, nella versione in vigore al momento della conferma dell'ordine dell'espositore o nella versione più aggiornata che gli è stata comunicata come accordo quadro anche per futuri contratti simili senza che le parti abbiano dovuto fare riferimento ad essi in ogni singolo caso.
(4) Valgono esclusivamente le CG dell'organizzatore. Condizioni generali contrastanti o divergenti dell'espositore diventano parte integrante del contratto solo se l'organizzatore accetta espressamente la loro applicazione. Questo obbligo di consenso vale in ogni caso, anche se, ad esempio, l'organizzatore fornisce servizi senza riserve mentre l'organizzatore è a conoscenza delle CG dell'espositore.
(5) Accordi individuali con l'espositore stipulati per un singolo caso (compresi accordi collaterali, integrazioni e modifiche) hanno la priorità sulle presenti CG. Il contenuto di tali accordi, salvo prova contraria, deve risultare da un contratto scritto o da una conferma scritta dell'organizzatore.
(6) Le dichiarazioni e le comunicazioni giuridicamente rilevanti del cliente in merito al contratto (ad es. fissazione di termini, denuncia di vizi, dichiarazione di recesso o riduzione) devono essere effettuate per iscritto e quindi in forma scritta o testuale (ad es. lettera, e-mail, telefax). Restano salve le disposizioni legali sulla forma e sulle ulteriori prove, in particolare quando è messa in dubbio la legittimità del dichiarante.
(7) I riferimenti alla validità delle norme di legge hanno solo significato chiarificatore. Anche senza tale chiarimento valgono le disposizioni di legge, a meno che non siano direttamente modificate o espressamente escluse nelle presenti Condizioni Generali.

§ 2. Conclusione del contratto

(1) Le proposte dell'organizzatore, compresi eventuali documenti di accompagnamento come cataloghi, documentazione tecnica (ad esempio disegni, progetti, calcoli, riferimenti a norme DIN) e altre descrizioni di prodotti fornite in formato elettronico o di altro tipo, sono soggette a modifiche e non sono vincolanti. L'organizzatore si riserva la proprietà, il copyright e i diritti di utilizzo di questi materiali.
(2) La presentazione all'espositore di una proposta da parte dell'organizzatore insieme alla relativa documentazione non costituisce un'offerta giuridicamente vincolante. Serve invece come proposta dettagliata che l'espositore può accettare o rifiutare. Il termine per accettare o rifiutare la proposta è indicato sulla proposta stessa. Se scade il termine di una proposta e non è stato concordato nessun altro accordo di proroga con l'organizzatore, i servizi e i prodotti inclusi verranno nuovamente rilasciati per altri potenziali espositori.
(3) Se l'espositore decide di accettare la proposta, dovrà esprimere la propria accettazione presentando una firma elettronica tramite l'apposito link. Questa firma elettronica deve essere inviata entro il periodo di convalida specificato nelle informazioni che verranno fornite insieme al collegamento per la firma elettronica. Se l'espositore accetta la proposta ma non presenta la firma entro il termine di convalida, i servizi e i prodotti inclusi verranno nuovamente rilasciati per altri potenziali espositori.
(4) L'apposizione della firma elettronica entro il termine indicato costituisce accettazione da parte dell'espositore della proposta dell'organizzatore e delle condizioni in essa contenute.
(5) Al ricevimento della firma elettronica valida da parte dell'espositore, il contratto si considera concluso. L'organizzatore invierà quindi una conferma d'ordine completando così il processo di prenotazione. Se l'espositore non può apporre una firma elettronica, l'accettazione scritta per posta avrà effetto solo se l'organizzatore concluderà il processo con la relativa conferma d'ordine.

§ 3. Approvazione

(1) L'organizzatore decide sull'approvazione degli espositori e sulla loro assegnazione. L'offerta di partecipazione alla mostra non costituisce alcun diritto legale alla partecipazione. L'organizzatore ha il diritto di limitare l'evento a determinati espositori, prodotti o gruppi di visitatori. L'esclusione degli espositori concorrenti non potrà essere richiesta in nessun caso.
(2) L'offerta espositiva segue in linea di principio la descrizione e il titolo dell'evento. Offerte che contraddicono il carattere o lo standard dell'evento possono essere escluse anche durante l'evento. In caso di modifiche non coordinate restano inalterate le pretese dell'organizzatore nei confronti dell'espositore.
(3) L'organizzatore può negare l'approvazione senza motivare o subordinarla al pagamento anticipato dell'importo pattuito.
(4) L'organizzatore ha il diritto di revocare l'ammissione concessa se questa è stata rilasciata sulla base di premesse o informazioni false o se successivamente non sussistono più i presupposti per l'ammissione. L'organizzatore può, se le circostanze lo richiedono, assegnare all'espositore una diversa sede, motivando tale cambiamento e considerando la ragionevolezza per l'espositore. L'organizzatore si riserva il diritto di spostare gli ingressi e le uscite dell'area espositiva e dei padiglioni, nonché i corridoi.
(5) Il catering dell'evento è organizzato esclusivamente dall'organizzatore. Non è consentita l'offerta di prodotti gastronomici a pagamento. Le eccezioni sono soggette al consenso scritto dell'organizzatore e devono essere previste in conformità con le disposizioni di legge applicabili.
(6) Gli oggetti in esposizione, i materiali stampati e gli articoli promozionali possono essere esposti solo all'interno dello spazio affittato e non devono essere distribuiti nei corridoi o nel quartiere fieristico. Le attività pubblicitarie degli espositori sono consentite purché siano legate alla fiera e non violino le norme legali, la buona morale o abbiano connotazioni ideologiche o politiche. L'organizzatore ha il diritto di vietare la distribuzione e l'esposizione di materiale promozionale che possa causare reclami e di garantire eventuali scorte esistenti di tale materiale per tutta la durata dell'evento. In caso di violazione di queste regole, l'organizzatore è autorizzato ad intervenire e richiedere modifiche.
(7) Ogni espositore è responsabile dello smaltimento dei propri rifiuti e materiali residui. L'organizzatore garantirà la pulizia del parco, dei padiglioni e dei corridoi.

§ 4. Obbligo di operare

Gli espositori sono tenuti a gestire i propri stand, vale a dire che gli stand prenotati dall'espositore devono essere adeguatamente riforniti di oggetti esposti durante gli orari di apertura specificati per l'intera durata della manifestazione e gestiti dall'espositore con personale competente. Non è consentita la rimozione degli oggetti esposti e lo smontaggio degli stand prima della fine della manifestazione. In caso di violazione degli obblighi operativi l'organizzatore ha il diritto di esigere una penale contrattuale, ma solo se la violazione è imputabile all'espositore. Il mancato rispetto dell'obbligo operativo dovrà essere documentato ed evidenziato da foto e tempi. Per ogni ora in cui l'espositore non adempie colposamente all'obbligo operativo potrà essere richiesta una penale contrattuale pari al 10% del compenso pattuito, ma comunque pari ad almeno € 1,000.00. La penalità contrattuale verrà richiesta se l'obbligo di esercizio non è stato adempiuto per più di un'ora consecutiva.

§ 5. Co-espositore

(1) Non è consentito cedere, né a titolo oneroso né a titolo gratuito, lo stand assegnato o parti di esso a terzi.
(2) La pubblicità allo stand è strettamente limitata alle merci o alle aziende menzionate nell'ammissione. È vietato pubblicizzare sullo stand beni o aziende non indicati nell'ingresso.
(3) L'inclusione di un coespositore deve essere richiesta dall'espositore all'organizzatore. La co-esposizione non è possibile per uno stand di dimensioni pari o inferiori a 9 mq. L'organizzatore si riserva il diritto di rifiutare la registrazione di un coespositore e l'espositore principale non ha il diritto generale di registrare un coespositore. I coespositori sono soggetti alle stesse condizioni dell'espositore principale.
(4) I coespositori sono tenuti a pagare la quota di coespositore designata. L'espositore principale dello stand rimane tuttavia responsabile del pagamento della quota del coespositore.
(5) L'inclusione non registrata di un coespositore dà all'organizzatore il diritto di recedere senza preavviso dal contratto con l'espositore principale e di liberare lo stand a spese dell'espositore principale. L'espositore principale rinuncia a far valere pretese derivanti da interventi non autorizzati e a questo riguardo non ha diritto al risarcimento dei danni.
(6) Sono considerati coespositori tutti gli espositori che espongono o compaiono nello stand accanto all'espositore principale. Ciò include soggetti che hanno stretti legami economici o organizzativi con l'espositore principale. Non sono ammessi come coespositori nemmeno rappresentanti aziendali.
(7) Non sono considerati coespositori i rappresentanti di aziende e produttori di apparecchi, macchine o altri prodotti che servono esclusivamente alla presentazione dell'assortimento merceologico dell'espositore e non vengono offerti in vendita.

§ 6. Oggetti in noleggio, mobili in noleggio

(1)  Gli oggetti a noleggio, i mobili a noleggio (cabine e mobili di sistema) non devono essere inchiodati, verniciati, danneggiati o alterati in alcun modo.
(2) Gli arredi noleggiati dovranno essere svuotati e riconsegnati la sera dell'ultimo giorno della manifestazione. L'organizzatore non si assume alcuna responsabilità per danni agli arredi noleggiati e per oggetti personali o aziendali dimenticati. Il locatario è responsabile di tutti i danni e/o smarrimenti tra la consegna e la restituzione degli oggetti da lui noleggiati anche se ha già lasciato lo stand. Gli articoli noleggiati mancanti o danneggiati verranno addebitati al costo della sostituzione.
(3) Gli stand e i mobili a noleggio ordinati devono essere controllati dal locatario per verificarne il corretto montaggio e la completezza. 
(4) Gli arredi noleggiati dovranno essere restituiti o preparati per il ritiro (svuotamento dello stand/cabina) da parte del personale dello stand dopo la fine della manifestazione, l'ultimo giorno della manifestazione; questo vale di conseguenza anche per gli stand noleggiati. L'espositore sarà responsabile per eventuali perdite o danni verificatisi fino alla restituzione o al ritiro degli arredi. 

§ 7 Assicurazione, custodia, responsabilità, garanzia

(1) La sicurezza generale dei padiglioni espositivi e dell'area esterna durante il periodo della manifestazione sarà curata dall'organizzatore. Sarà prevista una supervisione generale durante i periodi di allestimento e smantellamento. Tale supervisione inizia il primo giorno di allestimento e termina l'ultimo giorno di smantellamento. L'organizzatore ha il diritto di adottare le misure necessarie di controllo e sicurezza. L'espositore dovrà provvedere alla sicurezza dei propri beni. La garanzia generale fornita dall'organizzatore non limita l'esclusione della responsabilità per danni personali e materiali. Servizi di sicurezza speciali durante il periodo della manifestazione possono essere forniti solo dalla società di sicurezza incaricata dall'ente fieristico.

§ 8 Disposizioni aggiuntive

Fanno parte del presente contratto il regolamento interno del luogo della manifestazione ed eventualmente le disposizioni speciali ivi applicabili, nonché le direttive e regolamenti tecnici che l'espositore riceve prima dell'inizio della manifestazione.

§ 9 Prezzi e condizioni di pagamento

(1) Se non è stato concordato diversamente, si applicano i prezzi in vigore al momento della conclusione del contratto più l'imposta sul valore aggiunto prevista dalla legge.
(2) I prezzi per servizi non elencati possono essere richiesti e non fanno parte del contratto ma richiedono un ulteriore accordo scritto. Per tutti questi ordini si applicano le presenti Condizioni Generali.
(3) I prezzi di noleggio inclusi si intendono validi per tutta la durata dell'evento.
(4) Presentando la firma elettronica entro il termine valido e ricevendo la conferma d'ordine, all'espositore verrà addebitato il compenso concordato. L'importo fatturato dovrà essere pagato entro 10 giorni dalla data della fattura. Tutti gli importi della fattura sono pagabili in Euro, senza detrazioni e senza alcun costo per il destinatario, su uno dei conti indicati nella fattura. L'organizzatore è autorizzato a fornire i servizi in tutto o in parte solo dietro pagamento anticipato. L'organizzatore dichiara la prenotazione corrispondente al più tardi con la conferma dell'ordine.
(5) Decorso il suddetto termine di pagamento l'espositore cade in mora. Durante il periodo di mora, sull'importo dovuto per il pagamento verranno addebitati gli interessi al tasso di interesse di mora legale applicabile in quel momento. L'organizzatore si riserva il diritto di richiedere ulteriori danni per mora. Il diritto dell'organizzatore agli interessi commerciali sulla scadenza (§ 353 Handelsgesetzbuch / HGB Codice commerciale tedesco) rimane inalterato nei confronti dei commercianti. In caso di inadempienza l'organizzatore ha il diritto di escludere l'espositore e gli eventuali coespositori dall'area dello stand fino al completo pagamento dei dovuti nonché di sospendere la prestazione dei servizi. Resta salvo il diritto legale di recesso dell'organizzatore dal contratto.
(6) Il pagamento dell'importo fatturato alle scadenze stabilite è condizione necessaria per l'utilizzo dello spazio espositivo assegnato e per ricevere i badge espositore.
(7) L'espositore ha diritto ad un diritto di compensazione e di ritenzione solo se le contropretese del cliente vengono giudicate in modo definitivo, incontestato o riconosciute dall'organizzatore.
(8) Se dopo la conclusione del contratto l'organizzatore si accorge che il suo diritto al compenso concordato è in pericolo a causa della mancata prestazione dell'espositore (ad es. apertura di una procedura di insolvenza), l'organizzatore ha il diritto, in base alle disposizioni di legge, di rifiutare la prestazione e – se applicabile, previa fissazione di un termine – di recedere dal contratto (§ 321 BGB). Ciò non pregiudica le disposizioni legali relative all'indispensabilità della fissazione di un termine.

§ 10 Prenotazioni

Annullamento, interruzione, rinvio, chiusura dell'evento
(1) L'organizzatore avrà il diritto, in situazioni eccezionali giustificate, di modificare l'orario e/o il luogo, ridurre, interrompere, interrompere, chiudere parzialmente o annullare l'evento. Una situazione eccezionale giustificata che giustifica una tale misura esiste se esistono sufficienti indizi fattuali che lo svolgimento previsto o la continuazione dell'evento può comportare un pericolo concreto per la salute e la vita o per beni di notevole valore.
(2) All'organizzatore spetta inoltre il diritto di cui al comma 1 quando, a causa di forza maggiore (ad esempio ordine ufficiale o raccomandazione ufficiale urgente, conflitti di lavoro, terrorismo o altro pericolo per la salute e la vita, eventi naturali, pandemie, epidemie), l'ordinato svolgimento della manifestazione è compromessa o minacciata al punto che lo scopo perseguito con la realizzazione della manifestazione non può essere raggiunto o solo con limitazioni significative per gli espositori, i visitatori o l'organizzatore.
(3) L'organizzatore prende le decisioni ai sensi dei paragrafi 1 e 2 in qualità di organizzatore a propria doverosa discrezione. Nella decisione occorre tenere conto degli interessi di tutti i partecipanti interessati (in particolare espositori, visitatori, temi del convegno, relatori, sponsor, ecc.) sia per quanto riguarda lo scopo della manifestazione sia per quanto riguarda le necessarie considerazioni sulla sicurezza .

Conseguenze legali dell'annullamento, dell'interruzione, del rinvio, della chiusura dell'evento

(4) In casi di forza maggiore l'organizzatore si riserva il diritto di riprogrammare l'evento. In tali circostanze l'espositore non ha diritto di recedere dal contratto, né di richiedere un risarcimento danni, né di ritenere responsabile l'organizzatore. Tuttavia, l'organizzatore si impegna ad applicare eventuali pagamenti anticipati effettuati alla partecipazione all'evento riprogrammato.
(5) Se la riprogrammazione entro un termine ragionevole non è fattibile, o se l'espositore dimostra in modo convincente che la riprogrammazione non è fattibile, riceverà un rimborso del prezzo pagato per lo stand, meno una detrazione forfettaria del 30% per altri servizi concordati. L'espositore si riserva il diritto di dimostrare che le spese sostenute dall'organizzatore sono state notevolmente inferiori o inesistenti.
(6) Qualora cause di forza maggiore impedissero all'espositore di partecipare all'evento (ad es. restrizioni di viaggio locali), non avrà diritto al rimborso del deposito, al recesso dal contratto o al risarcimento. L'organizzatore è comunque disposto ad accreditare la caparra per la partecipazione al prossimo evento.
(7) In casi diversi da forza maggiore, se circostanze impreviste e incontrollabili rendono impossibile o notevolmente difficile lo svolgimento o la riprogrammazione dell'evento, l'organizzatore ha il diritto di annullare o scegliere un luogo o una data diversa. L'evento, in questo caso, dovrà avvenire entro un raggio di 80 km dalla sede originaria oppure entro 55 giorni prima o dopo la data prevista. In tali situazioni, gli espositori non hanno diritto al rimborso del pagamento anticipato, alla risoluzione del contratto o al risarcimento. L'organizzatore dovrà informare tempestivamente l'espositore di ogni eventuale annullamento o riprogrammazione. Se l'espositore non risponde entro 15 giorni lavorativi alla comunicazione di annullamento indicante la sua riluttanza a partecipare, si presuppone il suo consenso a partecipare.

Cancellazione per motivi economici

annullamento, non si applica il reciproco obbligo di prestazione di entrambe le parti contrattuali. L'organizzatore è tenuto a rimborsare all'espositore i pagamenti già effettuati nella misura in cui al momento dell'annullamento il servizio pagato non è stato reso. Non potranno sussistere pretese da parte dell'espositore per rimborsi di spese relative alla manifestazione già svolta né pretese di indennizzi per l'annullamento della manifestazione.

§ 11 Dimissioni/Cessazione

(1) Dopo l'accettazione, l'espositore non può ritirare o ridurre la propria superficie espositiva, a meno che l'organizzatore non lo causi per negligenza o dolo grave o non si applichino le condizioni dei §§ 323, 324, 326 BGB (Codice civile tedesco). Ciò vale anche per eventuali servizi aggiuntivi concordati (pacchetti di servizi, sponsorizzazioni e opportunità promozionali). L'espositore è tenuto al pagamento dell'intera quota di partecipazione e degli eventuali servizi resi. La mancata occupazione degli spazi da parte dell'espositore non lo esonera dall'obbligo di pagamento. L'organizzatore si impegna tuttavia fino a 6 mesi prima dell'inizio della fiera a disdire per iscritto il contratto di locazione e i servizi aggiuntivi concordati, contro un compenso forfettario pari al 50% del canone base netto totale più costi accessori e costi netti per spese accessorie. Servizi. Se un coespositore non partecipa, sarà dovuta l'intera quota per coespositore. Il ritiro o la mancata partecipazione dell'espositore principale comporta contestualmente l'esclusione e la revoca dell'ammissione del coespositore.
(2) L'organizzatore ha il diritto di recedere dal contratto senza preavviso e nonostante la continua responsabilità dell'espositore per l'intero canone e le spese derivanti, se l'espositore non adempie agli obblighi contrattuali dopo un periodo di grazia stabilito. Ciò vale se non sussistono più le condizioni per la conclusione del contratto per l'espositore, ad esempio nel caso di cambiamenti significativi nell'offerta di prodotti che non corrispondono più al focus della fiera, oppure se la situazione economica dell'espositore peggiora, i pagamenti cessano, viene avviata una procedura di insolvenza o se l'azienda è in liquidazione. Se l'organizzatore viene a conoscenza di fatti che mettono in pericolo il suo diritto al pagamento a causa della cattiva situazione finanziaria dell'espositore e questa conoscenza viene ottenuta fino a 6 mesi prima della fiera, ha diritto ad un indennizzo forfettario pari al 50% del canone netto di base e servizi aggiuntivi. Se conosciuto entro 6 mesi dall'inizio della fiera il compenso sale al 100%. L'espositore si riserva il diritto di dimostrare che le spese sostenute dall'organizzatore sono state notevolmente inferiori o inesistenti.

§ 12 Struttura e progettazione degli stand

(1) Le linee guida per l'allestimento e la progettazione dello stand saranno stabilite dalla sede dell'evento, contenenti norme cogenti. Queste saranno comunicate agli espositori nelle Linee Guida Tecniche. Le Linee Guida Tecniche per espositori e allestitori fanno parte del contratto e sono disponibili su richiesta nella loro versione attuale. Eventuali successive modifiche sono riservate e diventeranno vincolanti per l'evento una volta attuate.
(2) Solo con il rilascio dell'approvazione per la costruzione dello stand verrà autorizzato il progetto di progettazione dello stand dell'espositore. Per questo è necessario compilare e inviare un questionario.
(3) Le disposizioni legali e amministrative in materia sono vincolanti per l'espositore e i suoi appaltatori. Per le operazioni logistiche all'interno dello stabilimento, ovvero lo scarico compresa la fornitura delle attrezzature di assistenza tecnica, il trasporto allo stand e lo sdoganamento per l'importazione temporanea o definitiva, sono responsabili esclusivamente gli spedizionieri incaricati dall'organizzatore.
(4) Il montaggio degli stand è possibile solo nelle fasce orarie indicate. L'espositore è tenuto a terminare il proprio stand entro tale fascia oraria.
(5) In caso di mancato rispetto dei tempi di montaggio stabiliti e dopo un sollecito con fissazione di un termine per terminare il montaggio dello stand da parte dell'organizzatore, questi può assegnare l'area dello stand a terzi se il montaggio non viene terminato entro il termine data scadenza. Ciò non libera l'espositore dall'obbligo di pagare l'intero affitto dello stand e le spese accessorie. Sono escluse richieste di risarcimento danni.
(6) L'espositore dovrà abbandonare il luogo della manifestazione al termine della fascia oraria di montaggio comunicata dall'organizzatore. In caso di violazione, i costi ed i danni che ne derivano saranno coperti o rimborsati dall'espositore.
(7) Se un espositore non si presenta alla manifestazione, restano validi tutti i diritti all'adempimento del contratto. L'organizzatore si riserva il diritto di addebitargli eventuali spese aggiuntive (trasloco, decorazione o simili).

§ 13 Smontaggio

(1) Lo smontaggio dello stand dovrà avvenire dopo la fine della manifestazione e solo entro la fascia oraria prevista per lo smontaggio.
(2) L'organizzatore è autorizzato a smaltire gli oggetti esposti abbandonati a spese dell'espositore. Gli stand o gli oggetti che non siano stati rimossi prima della fine del tempo di smontaggio potranno essere rimossi, distrutti o immagazzinati dall'organizzatore a sua dovuta discrezione senza assumersi alcuna responsabilità per perdite o danni.
(3) I danni arrecati al pavimento o alle pareti dovranno essere riparati adeguatamente, altrimenti questi lavori verranno eseguiti dall'organizzatore o per ordine dell'organizzatore a spese dell'espositore. Lo stesso vale per i danni arrecati all'edificio dell'evento e alle sue strutture. Ulteriori richieste di risarcimento danni rimangono inalterate.

§ 14 Responsabilità

(1) Se non risulta diversamente dalle presenti CG e dalle disposizioni successive, l'organizzatore è responsabile della violazione degli obblighi contrattuali ed extracontrattuali secondo le norme legali pertinenti.
(2) L'organizzatore risponde dei danni – indipendentemente dal motivo giuridico – derivanti dalla responsabilità per colpa in caso di dolo e colpa grave. In caso di negligenza lieve, l'organizzatore è responsabile, salvo limiti di responsabilità previsti dalla legge (ad es. diligenza esercitata per affari propri; violazione insignificante dei doveri), solo per
a) perdite derivanti dalla violazione della vita, del corpo o della salute,
b) per danni derivanti dalla violazione di un obbligo contrattuale essenziale (obbligo, i
il cui adempimento consente soltanto la corretta esecuzione del contratto e sul quale il partner contrattuale fa affidamento e può di norma fare affidamento sul suo rispetto); in tal caso la responsabilità dell'organizzatore è comunque limitata al
il rimborso dei danni prevedibili e tipici.
(3) Le limitazioni di responsabilità di cui al comma 2 si applicano anche alle violazioni dei doveri da parte o a favore di persone la cui responsabilità sarà imputata all'organizzatore secondo le disposizioni di legge. Esse non si applicano nei casi in cui l'organizzatore ha dolosamente nascosto un difetto o ha fornito una garanzia per lo stato della merce o per pretese dell'acquirente ai sensi della Produkthaftungsgesetz (legge tedesca sulla responsabilità del prodotto).
(4) In caso di violazione di un obbligo non imputabile a un difetto, il cliente ha diritto di recedere o disdire solo se la violazione di obbligo è imputabile all'organizzatore. È escluso un diritto di disdetta gratuito per il cliente (in particolare ai sensi degli artt. 650 e 648 BGB (codice civile tedesco)). In caso contrario valgono i presupposti e le conseguenze legali.

§ 15 Scelta della legge e foro competente

(1) Per le presenti CG e per il rapporto contrattuale tra l'organizzatore e il cliente si applica il diritto della Repubblica Federale Tedesca con esclusione del diritto internazionale uniforme, in particolare la Convenzione delle Nazioni Unite sulle vendite.
(2) Nella misura in cui il cliente è un commerciante ai sensi dell'Handelsgesetzbuch (codice commerciale tedesco), oppure nella misura in cui il cliente è una persona giuridica di diritto pubblico, o un fondo speciale di diritto pubblico, l'esclusiva – anche internazionale – foro competente per tutte le controversie derivanti dal presente rapporto contrattuale sede dell'organizzatore a Lüneburg, Germania. Ciò vale anche se il cliente è un imprenditore ai sensi del § 14 BGB (codice civile tedesco). L'organizzatore ha comunque il diritto di agire in ogni caso presso il luogo di adempimento ai sensi delle presenti CG o di un accordo prevalentemente individuale oppure presso il foro generale del cliente. Restano salve le norme legali di primaria importanza, in particolare la giurisdizione esclusiva.